mercoledì 9 luglio 2014

Styxx, di Sherrilyn Kenyon

Styxx (Dark-Hunter, #12)Styxx by Sherrilyn Kenyon
My rating: 5 of 5 stars

Mi chiedevo, dopo Time untime: come proseguirà questa serie?
Il tutto è proseguito magistralmente. Styxx mi ha presa al cuore, mi ha rivoltato lo stomaco e maciullato il ventre. E' tutto quello che si può desiderare in un libro, e di più. E' doloroso, commovente, angosciante, ingiusto, redentivo, pieno di speranza, deprimente, esaltante, morboso, delicato, tenero, appassionato, veloce e lento, concitato e statico. E' come la vita. Per questo l'ho divorato e adorato, nonostante mi abbia fatto tremare, arrabbiare, piangere; perché mi ha fatto anche sorridere nel dolore, vibrare di disprezzo, andare avanti a denti stretti, sperare contro ogni speranza.
Styxx è uno dei personaggi che ho amato di più in tutti i libri che ho letto nella mia vita. Si ritaglia uno spazio suo, intangibile, come quei personaggi tetragoni delle tragedie dell'antichità, o di Dante o di Michelangelo, che stanno nella loro fissità inamovibile, perché sono pienamente riusciti, e invadono tutto lo spazio attorno a sé con la forza della loro presenza.
Per questo non ho potuto scrivere subito di questo libro, ho dovuto aspettare, perché l'esperienza era stata troppo forte e le parole non mi sembrava che reggessero il confronto. Neanche quelle di oggi reggono, ma sono solo piccoli segni, che vogliono indicare qualcosa. Non guardate il dito, guardate la luna che il dito indica. Dio, che bello averlo letto, e che bello averlo potuto conoscere. E c'è anche la fenice, come ricordo o segno di legame.


View all my reviews

sabato 5 luglio 2014

Sweep in peace, di Ilona Andrews

Sweep in peace, di Ilona Andrews, è il secondo volume delle Innkeeper Cronicles.



Del primo volume abbiamo già parlato qui

http://letturedimari.blogspot.it/2014/03/clean-sweep-di-ilona-andrews.html.

Questo secondo passo in una nuova saga per i due prolifici autori (marito e moglie, che scrivono con un nom-de-plume ricavato dall'unione dei loro due) si segnala per il fatto che offre la possibilità di leggere i capitoli, man mano che vengono scritti, dal sito

http://demo.ilona-andrews.com/.

Si può anche commentare e dare suggerimenti, ma tutti voi capite che la cosa fantastica è leggere gratis. Certo, fa un po' telefilm o serial televisivo il fatto che si debba aspettare UNA INTERA SETTIMANA per avere il proseguio delle vicende, ma se è vero che l'attesa rende più forte il piacere...

I principali personaggi di Clean Sweep, che si segnala per fantasia e humor.



Ricordiamo che i due autori hanno all'attivo vari volumi singoli, la saga di Kate Daniels, il cui primo volume è stato pubblicato anche in italiano, e la serie The Edge (a mio giudizio nettamente più coinvolgente dell'altra, e che invece non è pubblicata in italiano).

Copertine della serie di Kate Daniels.



Copertine della serie The Edge. Mi sarebbe piaciuto che anche questa serie fosse continuata, non solo quella di Kate Daniels, ma capisco che Curran abbia preso Ilona Andrews.


domenica 29 giugno 2014

Parole suggestive

Quando aveva circa dieci anni, mia sorella, la più piccola, diceva che c'erano delle parole speciali, più belle e divertenti di altre. Ricordo due delle sue preferite: tracagnotto e patchouli.
Anche mio figlio ama molto alcune parole. L'altro giorno mi ha apostrofato dicendo: "E smettila di startene lì...in panciolle!" E poi si è messo a ridere, ripetendo tra sé e sé: "In panciolle...ah ah!" Oppure durante una lettura di scuola, trovando "pimpante", ha riso tanto che ci abbiamo messo un bel po' di minuti per ritornare al brano. E per fortuna: non credo che sia un gusto che si possa acquisire oltre una certa soglia d'età.



Comunque, anche per me le parole hanno sempre avuto un sentore magico, una suggestione profonda, non solo in italiano, ma anche nelle altre lingue. E se ci sono delle parole che non riesco a pronunciare, ce ne sono altre che apprezzo particolarmente. Queste ultime sono molto diverse da tutte le altre parole  perché, quando le ricordo o mi capita di pronunciarle o di udirle, mi riecheggiano per un po' nella mente, mi scuotono, le posso assaporare lungamente.
Eccone alcune, delle mie.



Bioluminescenza

Fotosintesi clorofilliana

Kenosi

Dopplerganger

Euritmia

Parvenue

Betelgeuse

Aldebaran

Samarcanda

Iskandar

...

(to be continued)





giovedì 26 giugno 2014

Dieci libri per l'estate

Finalmente!
Il lavoro è quasi giunto al termine e mi si prospetta innanzi una lunga estate, grazie a Dio costellata da pochi impegni lavorativi e molto tempo libero.
Che cosa leggerò?

Molto suggestiva, benaugurale...ma tutte le volte che ci ho provato sono stata sconfitta dopo una mezz'oretta...
dagli insetti o dal prurito o dalle erbe spinosette. Bucolica per venti minuti massimo.


Ho 50 pagine di libri nell'e-reader, quindi la scelta è ampia. Senza contare quelli che potrei acquisire. Ma iniziamo con una prima scrematura!
Mi prefiggo di leggere sicuramente:

  1. Darl Skye, di Kresley Cole (esce il 5 agosto)
  2. A view to a thrill, di Lexi Blake (esce il 19 agosto)
  3. Son of no one, di Sherrilyn Kenyon (esce il 2 settembre)
  4. Rogue Rider, di Larissa Ione
  5. Reaver, di Larissa Ione
  6. One good earl deserves a lover, di Sarah MacLean
  7. Coming home, di Marie Force
  8. Gunmetal magic, di Ilona Andrews
  9. Summoning the night, di Jenn Bennett
  10. No ordinary princess, di Pamela Morsi.
Gli altri secondo l'impulso del momento.

Organizzatissimi: ci si deve portare materassino, telo leggero, cappello, ma in un pescheto...
attenzione alle zanzare e alle pesche in caduta libera!


Ma ora, per voi che siete capitati a leggere questo post in una di quelle scellerate ricerche in cui digiti chiavi di ricerca troppo generali e vieni invaso da risultati che ti portano a sperduti ed improbabili blog tenuti da sconosciute maniache della lettura, e vi state solo ora riprendendo dallo stato di shock, ecco, per voi stendo una lista di LIBRI DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE E SE NON LI AVETE ANCORA LETTI FATELO SUBITO PERCHE' CI STATE PERDENDO ALLA GRANDE! 

  1. Qualcuno con cui correre, di David Grossman
  2. Danny l'eletto, di Chaim Potok
  3. La mia Africa, di Karen Blixen
  4. Il paziente inglese, di Michael Ondaatje
  5. Harry Potter e l'ordine della fenice, di J.K. Rowling
  6. Le città invisibili, di Italo Calvino
  7. Pinocchio, di Carlo Collodi
  8. Viaggio alla fine del millennio, di A.B. Yehoshua
  9. La compagnia dei celestini, di Stefano Benni
  10. L'ultimo orco, di Silvana De Mari

Con davanzale
Senza davanzale



E questa è la lista de I LIBRI CHE SI DEVONO LEGGERE IN INGLESE E SE NON SAI L'INGLESE FAI LO SFORZO DI IMPARARTI LA LINGUA APPOSTA PER LEGGERE QUESTI LIBRI CHE DUBITIAMO SARANNO MAI TRADOTTI IN ITALIANO E PERCHE' NE VALE LA PENA ASSOLUTAMENTE E SENZA DUBBI!

  1. Simple Jess, di Pamela Morsi
  2. Dance with the devil, di Sherrilyn Kenyon
  3. Styxx, di Sherrilyn Kenyon
  4. Branded by fire, di Nalini Singh
  5. A week to be wicked, di Tessa Dare
  6. Magic bleeds, di Ilona Andrews
  7. North of need, di Laura Kaye
  8. Bear meets girl, di Shelly Laurenston
  9. Mate claimed, di Jennifer Ashley
  10. About a dragon, di G.A. Aiken.

E ora, a voi l'estate!


Leggere non è solo intelligente, è pure sexy!
(Di sicuro più che fare jogging, giocare a beach-volley, starsene stese come lucertole strafatte,
sorseggiare cocktail con finta nonchalance, occhieggiare tutt'attorno eccetera eccetera eccetera).








Private Practice, by Samanthe Beck

Private PracticePrivate Practice by Samanthe Beck
My rating: 5 of 5 stars

Really funny and enriched with a lot of humor!
An enthralling and amusing read. The plot is not so new or innovative, but the writing is so fresh, the characters (Logan and Ellie) so clearly and vividly painted, the scenes and the plot so naturally definied that is a must-read for all romance lovers.
It is listed also as an erotic romance, but the sexy scenes are not at all invading, gross or too explicit. For me it's one of the more appreciated merits of this romance: the male character is refusing to do "something" to her (how refreshing!); the interaction between the covers is done with more humor and funny remarks than detailed specifications; a lot of elements are referred as, for example, "chapter four-ing her", according to the book's chapters that Ellie wants to test.
The object of Ellie's desire is unobtainable, but she is the last character to discover that, in face of all the evidences; she is pursuing a project based only in a chatting overheard in a public place...but all these things make her not silly, but more loveable and sweet, thanks to the ability of Samanthe Beck. Brava!

View all my reviews

venerdì 20 giugno 2014

Kinked, di Thea Harrison

Kinked (Elder Races, #6)Kinked by Thea Harrison
My rating: 2 of 5 stars

- Prima metà del libro: ok. Qualche scena divertente, qualche scena kinky, buon ritmo.
- Seconda metà del libro: che noia. Ho iniziato a saltare parti del libro: tutte le descrizioni del reame elfico, la gran parte dei dialoghi con gli elfi prigionieri, i dibattiti sulle motivazioni di chi ha fatto cosa...Aryal poi neanche la riconoscevo più, tra lacrimucce e compromessi.
- Fine: decente, ma un po' piagnucolosa, e ormai pure la Pia mi sembra abbia perso il suo carisma ironico dal primo libro ai seguenti...
- Giudizio: sono rimasta un po' delusa, anche se ormai avrei dovuto capire che questa serie ha alti e bassi, e se gli alti sono davvero alti, i bassi sono proprio deprimenti per le opportunità perse.
Sigh!

View all my reviews

domenica 15 giugno 2014

Shield of winter, di Nalini Singh

Shield of Winter (Psy-Changeling, #13)Shield of Winter by Nalini Singh
My rating: 5 of 5 stars

Proprio bello.
Mi è piaciuta la coralità, così ben gestita; mi ha colpita il cuore Zie Zen, che conserva la memoria del passato amore; mi è piaciuto vedere all'opera Sascha ed Alice; mi è piaciuto sbirciare nel seguito della relazione tra Sahara e Kaleb. E soprattutto mi hanno colpito Vasic e Ivy. Più lui veramente, lei a volte è un po' piatta o stereotipata come personaggio, ma le loro interazioni, dall'incontro nel frutteto alle battute sui manuali nell'intimità, mostrano uno sviluppo davvero calibrato e delicato della storia d'amore. Mi è piaciuto come la storia si armonizzi con la macro-trama e ne consenta un nuovo sviluppo. Mi sono piaciuto i vari setting, da New York al territorio di DarkRiver alle apparizioni del deserto e dell'Alaska (...). Mi hanno colpito i comprimari, Aden primariamente e tutti gli Arrow insieme a lui. Mi ha intrigato l'idea dell'innesto computronico che Vasic ha al braccio. Mi è piaciuto immensamente come il libro finisce.
Perciò sono davvero convinta che questa sia una delle migliori serie urban fantasy al momento in circolazione, e che valga assolutamente la pena di iniziare a leggerla in inglese, dato che, contrariamente a quanto si diceva, pare che nulla si muova dal punto di vista della sua pubblicazione in italiano. E se siamo già al 13 libro, contrariamente ad altre serie di cui bramo la conclusione, di questa invece vorrei un proseguimento...almeno per i prossimi dieci anni della mia vita. Se si può, grazie, Nalini Singh!


View all my reviews
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...