domenica 12 giugno 2016

Come leggere 100 libri all'anno...


5 tips to read 100 #books a year #infographic
 

Questo secondo Darius Foroux.
Alcuni consigli sono buoni: leggere ciò che piace, ad esempio. E' il CONSIGLIO NUMERO 3. Perché comprare ciò che va di moda o è suggerito dalle riviste se non è un genere che ci appassiona? Perché comprare l'ultimo romanzo dell'autore italiano che furoreggia se l'autore italiano ci pare una ciofeca?
L'idea di base però, che per migliorare occorra educarsi e per educarsi occorra leggere, è fondamentale. Questo è il consiglio di base, quello su cui focalizzarsi.
Altri consigli mi sembrano più  ridicoli. Come il CONSIGLIO NUMERO 1. La pila dei libri da leggere fa polvere, non invoglia alla lettura. Ne bastano due.
La lettura polilibrica invece è ottima, se si riesce a staccare da un libro all'altro, e non sempre è così (soprattutto se il libro, la storia e la scrittura sono molto buoni, non li si riesce a contaminare con altro, secondo me). Lo troviamo suggerito come CONSIGLIO NUMERO 4.
Comprare molti libri non è così indubbiamente positivo come ritiene l'autore. Il rischio è la delusione. Piuttosto, valorizziamo le biblioteche e la possibilità di reperire libri gratis da parte degli autori (di solito per un periodo limitato, ma spesso nei siti principali di vendita di libri li si può trovare a un prezzo irrisorio o anche gratis se sono i primi di una serie). Era il CONSIGLIO NUMERO 1.
Leggere sempre. Questo è il CONSIGLIO NUMERO 2. Beh, sempre sempre....no. Quando mangio, leggo solo con l'ereader. Si sporcherebbero i libri (orrore!). E poi si perde il senso conviviale del pasto.
Dal medico: cioè una volta all'anno, per me. Consiglio utile solo se si è ipocondriaci.
Leggere al lavoro: ma anche no, meglio lavorare bene. In pausa pranzo magari, ma vedasi quanto sopra.
L'ultimo suggerimento è il migliore: ciao facebook, ciao tv, ciao whatsapp.
Ma soprattutto, e detto da una lettrice vorace che supera tranquillamente i 100 libri all'anno: anche nella lettura, come nell'amore, come nel cibo, conta più la qualità che la quantità!



martedì 31 maggio 2016

Bestiacce! di Pino Pace

Bestiacce!Bestiacce! by Pino Pace
My rating: 5 of 5 stars

Una vera scoperta! Mio figlio, appassionato di mostri, l'ha subito scelto dopo uno splendido laboratorio con l'autore a Cesenatico. Il libro è divertente, scoppiettante, stimola la fantasia e l'immaginazione come pochi e, infine, è davvero ben scritto.
Le pagine sono come scritte su una pergamena che riporta, quasi sbiaditi, appunti, annotazioni e disegni preparatori, il che risulta suggestivo. Ed ho apprezzato le citazioni letterarie, come la Balostrica, gigantesco cetaceo sul cui dorso ci sono una intera foresta e un villaggio, che mi ha richiamato i viaggi di Sinbad.
Un autore scoperto da poco, che non abbandoneremo.


View all my reviews


domenica 29 maggio 2016

The coincidence of the coconut cake, di Amy E. Reichert

The Coincidence of Coconut CakeThe Coincidence of Coconut Cake by Amy E. Reichert
My rating: 4 of 5 stars

Carino.
Ho apprezzato maggiormente la descrizione di Milwaukee, delle sue attrattive tra festival gastronomici, musei, architettura, che le descrizioni culinarie o gastronomiche (sarà per una mia non predilezione per il cocco o per le salse e la cucina francese...). Tuttavia, la storia è interessante, i protagonisti abbastanza rifiniti e in grado di cambiare lungo lo sviluppo della vicenda, i comprimari ben delineati e vivaci, la storia d'amore delicata e non affrettata, con tempi (mesi!) che da un po' non si leggevano in un romanzo.
Perciò, ben fatto.

View all my reviews

Luoghi e terre

Luoghi visti quest'anno, finora.

- Slovenia: Bled, Ljubljana, Rimske, Bistra, Postumia



- Trieste



- Venezia



- Sorrento, Capri, Amalfi.



Ma sì, non c'è male.









venerdì 29 aprile 2016

Lord Dashwood missed out, by Tessa Dare

Lord Dashwood Missed Out (Spindle Cove, #4.5)Lord Dashwood Missed Out by Tessa Dare
My rating: 5 of 5 stars

I love Spindle Cove series. Every book, full romance or novella, is funny, interesting, enthralling.
This novella is also rich in humor, bantering, sweet moments, insight, and it has the bonus to show in an unusual way some beloved characters of previous books.
So, a delicious read, as always with Tessa Dare.

View all my reviews

martedì 19 aprile 2016

Oh, William Shakespeare!


To celebrate the 400th anniversary of William Shakesperae's death...

Risultati immagini per shakespeare

But, soft! What light through yonder internet browser window breaks?! 
April 23 is the 400th anniversary of William Shakespeare's death. Mark this momentous anniversary!


A great dialogue found in goodreads, by Joseph someone.


A figure dressed in black, wearing a black mask, breathing heavily.

FIGURE: Hamlet!

HAMLET: What spirit is this?

FIGURE: Hamlet!

HAMLET: Pray, spirit, what art thou? Answer me! 

FIGURE: Thy father.

HAMLET: What of my father? He died seven years ago this very night. I mourn him still.

FIGURE: (breathing heavily): Hamlet! I am thy father!

HAMLET: NOOO!! 



Risultati immagini per hamlet  and the phantom Risultati immagini per hamlet Risultati immagini per hamlet and the phantomRisultati immagini per hamlet and the phantom
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...